Difficile crescere

Non riesco a diventare grande. Il mio corpo mostra i suoi anni, eppure io faccio fatica a pensarmi adulta. Non lo sono. Soprattutto, ho qualcosa di non risolto con il mio passato: i rimpianti mi tormentano. Forse per questo non accetto di crescere, come se chiudessi definitivamente qualche porta. Non so. È difficile diventare grandi, ma il guaio è che ho già 45 anni.

https://www.youtube.com/watch?v=9fdAt0ke9w8

Imperdonabile…

Imperdonabile. Sì, sono stata imperdonabile. Ogni anno ho scritto i miei Auguri per voi e quest’anno niente. Ma scriverli adesso non è la stessa cosa. O forse sì?

Penso alle cose irrimediabili. Ne facciamo tante. Sono tristi, sono linee tracciate che non si posso più cancellare. Quante cose irrimediabili ci sono nella mia vita. Il tempo riesce solo a digerirle, ma non a dimenticarle. Poi a volte penso che tutte queste parole: irrimediabile, imperdonabile, ecc…sono solo giochi della mente, stereotipi. Forse, senza questi, sarebbe tutto più facile. Primordiale. Semplice.

Un augurio a voi tutti@

Isterica, io?

Mio marito ha detto che sono “isterica”. Ma perché?

Secondo voi lo sono? Eppure sono così tranquilla. Sono costretta a pensare che sia lui a far venir fuori la parte peggiore di me. E’ triste però, pensare che gli altri, chi più chi meno, facciano venir fuori lati nascosti e ombrosi di noi. A volte mi chiedo: ma sono forse questi lati oscuri i più autentici? Come se la rabbia, come il vino, facesse venir fuori la verità, quella che, in condizioni di quiete, sappiamo tenere a bada.

 

Intermittenze

Vorrei capire perché il sentimento verso mio marito è intermittente: periodi in cui è dominante, assoluto, altri in cui sembra io possa farne a meno, anzi, per dirla tutta, credo proprio che in quei periodi ne faccio davvero a meno. Mi allontano, mi vivo un’altra vita: pensieri, emozioni, distanti e solitarie.

Ma perché succede?

E’ come se dessi a questa relazione solo frammenti, pezzi sparsi di me.

E’ sempre tutto molto complicato in materia di sentimenti…